AROMATICHE

PREZZEMOLO
PETROSELINUM SATIVUM

Caratteristiche specie

 Il Prezzemolo appartiene alla famiglia delle Apiaceae ed è originario dell'Asia Occidentale e dell'area del Mediterraneo dove cresce spontanea. E' una pianta largamente coltivata negli orti ed è molto apprezzata per le sue proprietà medicinali e aromatiche. 


Richiedi Info >

PARTICOLARITÀ

 PIANTA: Pianta biennale fittonante, con fusti eretti, tubolari, alti fino a 50 cm. circa. Le foglie sono triangolari, dentate, arricciate e suddivise in tre segmenti. I fiori, giallo-verdi, sono raccolti in ombrelle piatte che fioriscono in estate durante la seconda stagione.

FIORE:  I fiori del Prezzemolo che compaiono al secondo anno di coltivazione, portati da dei lunghi steli fioriferi, sono riuniti in ombrelle, piuttosto piccoli e di colore bianco/giallo-verde che compaiono d'estate.

FOGLIA: Le foglie, portate da dei lunghi piccioli, sono dentate e suddivise in tre segmenti e di forma leggermente triangolare.

FRUTTO: Piccoli semi ovali, appiattiti di colore grigio-bruno percorsi da striature verticali.

RACCOLTA: Le foglie vanno utilizzate fresche o congelate (intere o tritate), mentre essiccate perdono il loro caratteristico profumo.

USI: Le foglie sono ampiamente usate in cucina per dare sapore a minestre, pesce, verdure, formaggi, salse; vanno aggiunte all’ultimo momento perché con la cottura si perde gran parte dell’aroma. 
Ha un sapore pungente e leggermente amaro che ravviva il sapore delle altre erbe.
Le proprietà medicinali del Prezzemolo sono derivate dal fatto che contiene un'essenza costituita da apiolo, apioside e miristicina. Le foglie fresche contengono anche alcaloidi volatili, ferro, calcio, fosforo e una discreta quantità di vitamina A, Vitamina C e vitamina K. 
Considerando i suoi componenti il Prezzemolo è usato come diuretico, depurativo e aforetico (le radici), emmenagogo (i semi), antisettico e antispasmodico.

INFO GENERALI

CLIMA:  La pianta cresce bene in climi temperati, in pieno sole ma preferibilmente a mezz'ombra e non sopporta il freddo intenso. Pertanto si consiglia , durante i mesi invernali, di coprire la pianta con un telo, per non creare danni dovuti alle gelate. 

TERRENO: Il Prezzemolo si coltiva in terreno fertile , ricco di sostanza organica. E' importante pulirlo regolarmente da erbe infestanti e zapparlo per favorire sia l'irrigazione che l'arieggiamento. 

IRRIGAZIONE: Va annaffiato molto spesso, quotidianamente,per mantenere il terreno umido. 

CONCIMAZIONE: Per una buona crescita vegetativa servirsi di letame ben maturo da interrare ad una profondità di 20-30 cm. . Se la pianta presenta degli ingiallimenti, è necessario aggiungere prodotti a base di Ferro. 

POTATURA: E' una pianta a crescita molto rapida per cui una volta tagliato, getta subito nuovi steli. E' consigliabile, quando crescono quelli fiorali, eliminarli altrimenti la pianta non produrrà più nuove foglie. 

PROPAGAZIONE: Si propaga per semina in Primavera. Si consiglia di diradare le piantine quando sono alte 8 cm. . 

MALATTIE E PARASSITI: Le foglie sono attaccate dagli afidi. Le larve di mosca della carota danneggiano le radici, quelle del sedano scavano le foglie. 

NOTE: Il Prezzemolo è apprezzato sia per l'aroma che per le proprietà terapeutiche. In cucina viene usato, tritato finemente,per insaporire quasi tutti i piatti e per non disperdere il sapore si consiglia di aggiungerlo a fine cottura. Se masticato crudo, rinfresca l'alito e migliora lo stato di salute della pelle. In medicina il suo infuso viene utilizzato per nel risciacquo per rinforzare i capelli.

CURIOSITA':  Pare che fosse noto già al tempo dei Greci ma non con fini culinari, ma per decorare tombe, aiuole,giardini. Gli Etruschi la consideravano una pianta magica tanto da preparare degli unguenti miracolosi.  I Romani la utlizzavano in cucina per confezionare le ghirlande per gli ospiti. Per il suo largo e diffuso utilizzo, è nato il detto :" Essere ovunque come il Prezzemolo".